Una guida pratica all’acquisto di sale vero, naturale e non trattato

Questa vuole essere una guida all’acquisto consapevole del sale, affinché possiamo mettere sulle nostre tavole un prodotto naturale, non raffinato e con alti valori nutritivi.

In tutta onestà ho sempre comprato il sale al supermercato pensando che si trattasse semplicemente di sale, normalissimo sale proveniente ovviamente dal mare! Non avevo assolutamente idea che potesse essere diversamente prodotto. Il concetto di sale nella mia testa era quello. Un giorno però una mia amica mi disse che invece la maggior parte del sale che si trova in commercio è di origine chimica. DAVVERO??? Non ci potevo credere! E allora mi sono messa a fare qualche ricerca in più per capire che tipo di sale volessi mettere sulla mia tavola.

Le mie scoperte sul sale

Ho iniziato un giorno (andando a fare la spesa senza bimbi) a controllare meglio le varietà di sali a disposizione nel mio supermercato locale e da lì ho ben capito che la tesi della mia amica aveva un suo senso e una sua veridicità, purtroppo! La maggior parte dei pacchi di sale sono di origine chimica o processati

Il sale di produzione non naturale è composto per la maggior parte:

  • 99,9% da cloruro di sodio (con l’aggiunta di additivi)
  • sbiancanti
  • stabilizzanti

A volte anche i contenitori con dicitura ‘Sale Marino’ sono in qualche modo fuorvianti perché si tratta sì di sale marino che però viene raffinato e lavorato con procedimenti forzati che lo privano di tutti quei valori nutrizionali extra, tipici del sale, ossia dei suoi preziosi minerali ed oligoelementi, (tra i quali anche lo iodio). In più a volte contiene additivi.

Questi tipi di sale non hanno tutte le proprietà nutritive che un vero e proprio sale invece offre. Il sale marino integrale, ad esempio, se estratto in modo tradizionale ed essiccato al sole (a basse temperature) mantiene tutte le sue componenti benefiche come lo iodio, lo zinco, il magnesio, il potassio, il ferro , ecc. Nella sua integrità apporta sostanze fondamentali per il buon funzionamento del nostro metabolismo e del nostro organismo.

Conviene quindi, quando si fa la spesa, fermarsi un attimo di fronte agli scaffali del sale e capire se si tratta innanzitutto di sali marini genuini o invece artificiali e poi verificarne il tipo di lavorazione e la presenza di eventuali additivi. In questo secondo me la dicitura ‘integrale’, ‘a lavorazione artigianale’, ‘non raffinato’, ‘a lenta essicatura’ può aiutare ad indirizzarci nella scelta di un prodotto naturale.

I migliori tipi di sale disponibili in Italia

Nel mondo abbiamo a disposizione molti sali naturali fortunatamente. Ognuno ha proprietà lievemente diverse e gli elementi che contengono possono variare in base alla zona geografica di provenienza. Tutti comunque hanno grandi valori nutrizionali. Tra i sali più facilmente reperibili in Italia ve ne elenco alcuni  per aiutarvi in una scelta mirata e consapevole.

Sale marino di Trapani

Indubbiamente tra i più facili da trovare c’è il sale marino integrale di Sicilia, di cui quello più famoso proviene dalla zona di Trapani.

La raccolta del sale marino nelle saline del trapanese avviene ancora con metodi tradizionali di essicazione. L’acqua marina viene riversata in grosse vasche dal piccolo spessore dove l’azione del sole e del vento porta a una evaporazione naturale dell’acqua. Questo metodo detto anche della distillazione frazionata dà come risultato un prodotto puro con un minimo di 98% di cloruro di sodio e il 2% di oligoelementi.

Altri sali marini italiani di ottima qualità sono quelli di Cervia, Riserva Camillone, sale grosso marino lavato con metodi tradizionali, mantiene intatti tutti gli oligoelementi di provenienza marina (iodio ,rame, zinco, ferro, manganese, potassio e magnesio).

Salfiore (sale marino integrale non trattato a essicatura lenta e senza additivi) contiene il 97,5% di cloruro di sodio. Il resto chiaramente sono oligoelementi.

Sale dell’Atlantico

Altro sale abbastanza comune nei nostri negozi è il sale grigio dell’Atlantico. Si tratta di un sale di altissima qualità coltivato e raccolto, secondo un antico metodo celtico, sulla costa atlantica della Francia,  a sud della Bretagna. Il suo caratteristico colore grigio deriva dal fatto che viene fatto essiccare lentamente in stagni d’argilla e poi raccolto manualmente con rastrelli di legno. Il contatto con l’argilla fa sì che questo sale presenti una maggior quantità di minerali rispetto al normale sale marino e un contenuto minore di cloruro di sodio.

Il Salgemma

Altro sale di pregio di facile reperibilità è il Salgemma. E’ anche detto sale di miniera o di rocca perché viene estratto da giacimenti sotterranei che si sono formati in ere geologiche precedenti.

La qualità del salgemma è di solito molto pura, priva dell’inquinamento dei nostri tempi, e le sue componenti dipendono anche dal tipo di giacimento (ubicazione e periodo di formazione). In Italia i giacimenti più famosi sono in Sicilia.

Sale Rosa dell’Himalaya

Ultimamente è arrivato in commercio in Europa il Sale Rosa dell’Himalaya. Lo si trova facilmente in tutti i negozi di alimentazione naturale e biologica. Si tratta di un salgemma molto pregiato proveniente dalle miniere dell’Himalaya.

Come già accennato, è un sale molto puro perché si è formato grazie all’intrappolamento di zone marine nelle catene montuose, più di 250 milioni di anni fa. Oltre ad essere quindi non contaminato dagli agenti inquinanti del nostro tempo sembra avere una struttura che lo rende facilmente assorbibile dal nostro organismo. Contiene infatti un alto numero di minerali (oltre 80) di forma colloidale. Secondo alcuni studi, questo sale non crea ritenzione idrica come il cloruro di sodio né disidratazione aiutando così la salute del nostro sistema vascolare. Normalizza la circolazione e non alza la pressione. Promuove inoltre la stabilità  del PH delle cellule, fornisce oligoelementi, elettroliti e minerali come calcio, potassio, rame e ferro che giovano alle funzionalità del nostro corpo.

Ultimo pensiero

Ci sono una miriade di altri sali che si possono trovare in vendita sul web altrettanto salutari e “se vogliamo” molto particolari per origine geografica, molti anche in vendita sul notro negozio online.

Se però vogliamo semplicemente comprare un prodotto di qualità dove abitiamo basta seguire i suggerimenti che vi ho sopra citato. Spero vi possano essere d’aiuto! Buona